La parola che non ti aspetti

Tendiamo l’animo verso un nuovo verbo

Il verbo tendere ci offre l'occasione di riflettere sull'origine delle parole, verbi, aggettivi, nomi, che designano o hanno a che fare con oggetti astratti. Sono sempre parole che in origine si riferivano, e spesso ancora si riferiscono, a cose concrete. Tendere, infatti, dal latino TENDO, ha prima di tutto il significato di 'raddrizzare, allungare' riferito… continua a leggere

La parola che non ti aspetti

Malgrado non si veda, scopriamo la radice passo passo

  Un intervallo tra il punto di inizio e quello finale di una scala in italiano si chiama grado, ma perché? Perché è l’evoluzione del latino gradus ‘passo’, che porta in sé la radice grad-/gred-, con apofonia (cioè alternanza vocalica), del verbo gradior ‘camminare, muovere il passo’, a sua volta derivato dal verbo indoeuropeo ghradjai… continua a leggere

Lo sapevate che?

“Avallare” o “avvallare”? “Schernire” o “schermire”? “Fragrante” o “flagrante”?

Avallare vuol dire ‘garantire, confermare’, mentre avvallare vuol dire ‘affondare, far scendere’. Schernire significa ‘deridere’, mentre schermire significa ‘proteggere’. Fragrante 'profumato', flagrante 'che viene contestato nel momento in cui viene commesso, nell'espressione giuridica in flagrante'. Taluni confondo queste forme tra loro, commettendo dunque degli errori lessicali e provocando spesso l’ilarità degli interlocutori: vorrei tanto che… continua a leggere