Lo sapevate che?

“Ciao”, “arrivederci” e “salve” non sono del tutto intercambiabili

Ciao è la formula di saluto adatta a chi si dà del tu, e dunque in condizioni di familiarità. Arrivederci è la formula di congedo di media formalità, adatta soprattutto a chi si dà del lei. Salve (pur derivando dal latino ed essendo usato, nel passato, anche come forma aulica) è oggi perlopiù avvertito come forma colloquiale, parlata, informale, adatta a chi si dà del tu. Per questo non è molto indicato come saluto formale, per il quale si suggeriscono buongiorno e buonasera (come formule di arrivo) e arrivederci (come congedo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *